Dima chirurgica scomponibile: l’ultima frontiera che facilita la chirurgia implantare complessa

La nuova frontiera della chirurgia guidata è rappresentata dall’uso di dime chirurgiche scomponibili. Molti lettori ne avranno già sentito parlare, molti altri invece no. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e perchè questa tipologia di dime chirurgiche rappresenta un passo avanti importante nella chirurgia computer guidata.

Che cosa sono le dime chirurgiche scomponibili?

Le dime chirurgiche scomponibili sono rappresentato da un set di dime e parti anatomiche finalizzate alla chirurgia cosidetta full guided basata sul concetto generale dell’all on x il quale indica che tale tecnologia può essere utilizzata per un numero imprecisato di impianti.

L’obiettivo di queste dime chirurgiche è quello di riportare nella bocca del paziente con estrema precisione tutto ciò che si è precedentemente pianificato al computer come ad esempio:

  • Il piano di osteotomia per il livellamento della cresta alveolare in pazienti con creste irregolari o con elementi dentali estratti;
  • L’esatta direzione e dimensione dell’ostetotomia da realizzare per l’inserimento degli impianti;
  • Esatta posizione della protesi provvisoria in base a quanto è stato disegnato al CAD rispettando sia le dimensioni verticali che i rapporti occlusali con l’arcata antagonista;

Un set di dime chirurgiche scomponibili è generalmente composto dai seguenti modelli:


Si vedano di seguito le descrizioni associate ai singoli elementi del set scomponibili evidenziati ognuno da una lettera (a, b, c, d)

a. Dima Indice e di Livellamento

E’ la dima principale che viene applicata all’inizio attraverso pin di fissaggio all’osso. Serve come base di incastro per tutte le dime successive le quali saranno posizionate tutte nell’esatta posizione pianificata proprio grazie alla dima indice e di livellamento che rappresenta un inconfondibile punto di fissità per tutto il progetto.

Può contenere varie tipologie di attacchi tipici del settore odontotecnico che possono essere applicati sulla dima prendendoli da librerie oppure modellandoli in 3D tramite software CAD;

b. Dima di Posizionamento

Sia che il paziente sia completamente edentulo, sia che il paziente sia parzialmente edentulo questa dima serve per posizionare la dima indice e di livellamento nella posizione corretta. Questa dima si appoggia sui denti o sull’osso determinando così una posizione inequivocabile della dima indice e, dunque, di tutte le altre dime e componenti ad essa collegati;

c. Dima per Osteotomia Implantare

E’ la dima utilizzata per la realizzazione delle osteotomie che ospiteranno gli impianti.

A differenza delle dime chirurgiche “tradizionali” questa dima ha una struttura cosidetta “wireframe” ossia completamente svuotata in modo da consentire un aggancio agevole alla dima indice oltre che la possibilità di irrigare il sito di osteotomia con maggiore facilità ed efficienza. La sua struttura inoltre permette di vedere sempre molto chiaramente il punto di osteotomia aumentando la sicurezza della procedura.

d. Protesi Provvisoria

Il sistema di guide scomponibili consente di ritrovare con estrema facilità in bocca al paziente la posizione corretta della protesi progettata al CAD. Questo consente di rispettare i rapporti occlusali pianificati e rispettare la dimensione verticale.

Di fatto è possibile inserire un ulteriore elemento che serve per controllare l’adeguatezza del livellamento osseo e per stabilire la rotazione esatta dei MUA.

Come si produce un set di chirurgia guidata con dime scomponibili?

Non sono perfettamente aggiornato su tutti i software 3D dentali in commercio e quindi non posso assicurare con estrema certezza che non ci siano software 3D specifici per la realizzazione di dime chirurgiche scomponibili. Personalmente non conosco software 3D che fanno esattamente questo.

Tuttavia, con un po di competenza e “manualità digitale 3D” è possibile utilizzare vari software commerciali normalmente usati per la chirurgia guidata per ottenere il set di chirurgia scomponibile.

Ii risultati che si ottengono sono i seguenti:

In che materiali stampare il set di chirurgia guidata scomponibile?

Il set scomponibile può essere prodotto in due materiali:

  • Resine biocompatibili
    Tutti i componenti del set possono essere stampati in resina. Tuttavia ci sono alcune parti meccanicamente molto sollecitate (come la dima indice, la dima osteotomica implantare) che potrebbero risentire delle sollecitazioni effettuate dall’operatore e dallo strumentario chirurgico.
    Molti odontoiatri utilizzano set chirurgici completamente stampati in resina.
    E’ sicuramente preferibile la stampa in resina della dima di posizionamento e dell’eventuale dima per il controllo della rotazione dei MUA.
  • Leghe metalliche
    Proprio per ovviare al rischio di fratture dei componenti del set è suggerito produrre la dima indice e la dima osteotomica in Cromo Cobalto (ad esempio) che si è dimostrato decisamente più resistente rispetto alla resina.

E’ utile fare delle prove pratiche del set stampando un modello anatomico della mandibola o mascella per testare la resistenza delle varie componenti.

Newsletter

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai automaticamente tutti i nuovi articoli, videotutorial, guide e sarai aggiornato sulle nuove offerte formatitve di Up3D.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto